icon
26 Marzo 2018 — Attività dell'OIV

Scomparsa del professor Tony Spawton

Pagina principale > Notizie > Attività dell'OIV > Scomparsa del professor Tony Spawton

L’OIV ha appreso con tristezza la notizia della scomparsa del professor Tony Spawton all'età di 73 anni.

Condividi quest'articolo su

Twitter Facebook

Docente, consulente e scrittore, Tony Spawton ha dedicato la sua carriera al marketing del vino, sia in qualità di esperto della delegazione australiana presso l’OIV, sia quale ambasciatore di una disciplina che lui stesso ha contribuito a creare.

Originario del Galles, delegato ed esperto australiano presso l’OIV tra il 1990 e il 2008, Spawton ha ricoperto la presidenza del Gruppo di esperti "Analisi dei mercati" ed è stato membro del Comitato scientifico e tecnico dell’OIV.

Durante i suoi lunghi soggiorni in Europa come professore associato, Tony Spawton ha condotto degli studi sulla riduzione dei rischi e gli andamenti delle tendenze di consumo.

Professore di marketing del vino presso il Roseworthy Agricultural College dell’Università di Adelaide e quindi presso la scuola di Marketing dell’Università dell’Australia del Sud, Spawton è stato particolarmente attivo all’interno dei vari gruppi della Commissione "Economia e diritto" e ha partecipato ai congressi di Città del Capo, Parigi, Lisbona, Bratislava, Budapest, Adelaide, Magonza e Buenos Aires.

Originario del Galles, delegato ed esperto australiano presso l’OIV tra il 1990 e il 2008

La sua collaborazione con numerose università e scuole lo ha portato a insegnare in Francia, Spagna, Sud Africa, Austria, Argentina, Uruguay, Cile, Ungheria, Italia, USA, Canada, Nuova Zelanda e Portogallo.

Autore di numerose pubblicazioni e di una delle opere di riferimento per il marketing del vino, Spawton è stato membro attivo dell’Associazione universitaria internazionale del vino.

L’OIV rende onore alla sua carriera, che ha omaggiato nel 2011 con il Merito dell’OIV, dedicata a un aspetto innovativo della filiera e all’importanza del marketing del vino e che certamente ha contribuito all’importante sviluppo della conoscenza dei mercati e, pertanto, alla crescita del commercio internazionale del vino.