icon

Corso internazionale di ampelografia dell'OIV

Pagina principale > L'Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino > Corso internazionale di ampelografia dell'OIV
L’OIV rende onore all’ampelografia dal 27 giugno al 1° luglio 2022

Le scienze della vite saliranno sul palco della vitivinicoltura mondiale dal 27 giugno al 1° luglio 2022 a Montpellier, in Francia, per celebrare la seconda edizione del Corso Internazionale di Ampelografia dell'OIV. Esperti e professionisti di tutto il mondo interessati all’ambito ampelografico, sono invitati a riunirsi per ascoltare docenti di fama mondiale. L'obiettivo di questo corso è trasmettere conoscenze aggiornate e essere una rete tra i professionisti del settore.

In collaborazione con l'institut Agro Montpellier - IFV - INRAE.


Posti limitati. Registrazione fino alla fine di maggio 2022.

Per qualsiasi domanda contattare oivampelography@oiv.int

La quota di iscrizione è di € 1070

Registrati qui prima del 30 aprile 2022

PROGRAMMA PREVISIONALE [EN]

--------------------------------------

EDIZIONE PRECEDENTE

PANORAMICA DEL CORSO 2021

Dal 6 al 10 settembre 2021, la collezione di varietà di vite di El Encín ha ospitato docenti nazionali e internazionali per 5 giorni di lezioni presenziali teoriche e pratiche che hanno permesso ai partecipanti di approfondire, aggiornare e/o scambiare le proprie conoscenze in materia di ampelografia. L'approccio pratico ha permesso di chiarire e precisa sul campo delle varietà di vite fornendo tutti gli strumenti per riconoscerle.

L’ampelografia rappresenta le fondamenta su cui poggiano gli altri aspetti di questo settore.

La padronanza di ciò che è all’origine dell’intera catena di valore del settore vitivinicolo è di assoluta importanza per i professionisti della viticoltura.

LA COLLEZIONE DI VITI DI EL ENCÍN

La Collezione di viti di El Encín ha una storia lunga oltre 120 anni. La sua creazione risale infatti alla fine del XIX secolo (1893) per evitare la forte erosione genetica causata dalla diffusione della fillossera, che stava distruggendo il vigneto europeo. È l’istituzione di questo tipo più antica e importante di Spagna e una delle principali al mondo per numero di accessioni.

Attualmente la collezione occupa circa 10 ettari di superficie ed è composta da 3532 accessioni, delle quali 800 sono portinnesti, 96 specie del genere Vitis, 1891 varietà di Vitis vinifera, 98 ibridi produttori diretti e 648 Vitis vinifera sylvestris.

Le finalità principali della collezione sono lo studio, la conservazione, la caratterizzazione e la valutazione del genere Vitis e servire come base per progetti di ricerca a livello nazionale e internazionale.

La collezione, gestita attualmente dall’IMIDRA, è stata sin delle origini un Centro di riferimento nazionale per la conservazione delle varietà di vite e per l’ampelografia. Agli inizi del XXI secolo è stato inaugurato il museo ampelografico ed è stata creata l’esposizione permanente nella quale è conservato l’erbario e i documenti storici della collezione. Il centro si conferma così quale referente principale per la ricerca vitivinicola spagnola sul materiale vegetale della vite.

La collezione, gestita attualmente dall’IMIDRA.

Oltre alla caratterizzazione ampelografica, il laboratorio di biologia molecolare dell’IMIDRA ha contribuito in modo fondamentale all’identificazione del materiale vegetale e, dal 2003, svolge un continuo lavoro di generazione del maggior database di identificazione mediante marcatori molecolari microsatelliti esistente in Spagna. A tal fine, dal 1997 la squadra di viticoltura dell’IMIDRA partecipa a progetti di identificazione della vite nell’Unione europea e coordina le sue attività di conservazione e caratterizzazione con collezioni di oltre 20 paesi europei.

LEGGI DI PIÙ

24/03/21 - L'OIV lavora per diffondere l'ampelografia

06/04/21 - Il corso internazionale di ampelografia dell'OIV è tornato!

20/09/21 - L'ampelografia è al centro della scena in Spagna