icon
05 Giugno 2018 — Viticoltura

La Spagna ospita per la prima volta l'Enoforum

Pagina principale > Notizie > Viticoltura > La Spagna ospita per la prima volta l'Enoforum

L'edizione 2018 dell'Enoforum, evento patrocinato dall'OIV, si è tenuta per la prima volta in Spagna, a Saragozza, dal 31 maggio al 1º giugno 2018.

Condividi quest'articolo su

Twitter Facebook

L'edizione 2018 dell'Enoforum, evento patrocinato dall'OIV, si è tenuta per la prima volta in Spagna, a Saragozza, dal 31 maggio al 1º giugno 2018.

L'Enoforum è uno dei principali congressi scientifici europei del settore vitivinicolo ed è anche, e soprattutto, un luogo di incontro e di scambio per tutti gli attori della filiera.

Durante questi due giorni sono state presentate oltre 40 relazioni su questioni di grande importanza e interesse generale.

Le lectiones magistrales di questa edizione 2018 hanno consentito di approfondire gli aspetti scientifici di importanti materie, quali:

  • la gestione idrica rispetto alla maturazione dell'uva,
  • la microssigenazione attiva e passiva dei vini,
  • l’influenza della temperatura sull'evoluzione del vino,
  • le buone pratiche per il commercio del vino sfuso e in bottiglia.

Altre comunicazioni hanno affrontato una grande varietà di questioni, quali:

  • la liberazione dei tioli durante la fermentazione: fattori genetici e nutrizionali,
  • la bioprotezione in viticoltura ed enologia,
  • la fertilità microbiologica del suolo: dalle conoscenze scientifiche all'applicazione nel vigneto,
  • impiego di nuovi trattamenti per la stabilizzazione tartarica,
  • modalità di gestione degli aspetti negativi e positivi dei composti solforati nei vini,
  • nuove tecniche di vinificazione dei vini rossi,
  • riattivazione delle funzionalità di base delle botti di rovere mediante la rigenerazione,
  • l'approccio analitico delle cantine e dei laboratori,
  • studio sull'impatto delle condizioni fermentative nella produzione di esteri da parte dei lieviti.

Nel corso di questa edizione, il coordinatore scientifico dell'OIV, Jean-Claude Ruf, è intervenuto presentando l'OIV e il suo ruolo strategico rispetto alle nuove pratiche enologiche. Questi ha inoltre ricordato il ruolo dell'OIV nel settore vitivinicolo e le principali questioni in corso di valutazione.