icon
05 Dicembre 2019 — Attività dell'OIV

La Russia si impegna per lo sviluppo del settore vitivinicolo

Pagina principale > Notizie > Attività dell'OIV > La Russia si impegna per lo sviluppo del settore vitivinicolo

La presidente dell’OIV, Regina Vanderlinde, si è recata nella Federazione Russa per partecipare al Concorso internazionale professionistico di vini e bevande spiritose, tenutosi a Mosca dal 18 al 23 novembre 2019.

Condividi quest'articolo su

Twitter Facebook

Durante una conferenza tenutasi nell'ambito dell'evento, la presidente ha presentato il bilancio mondiale del settore vitivinicolo. Ha inoltre partecipato alla cerimonia di consegna dei premi del concorso che, da alcuni anni, ha ottenuto il patrocinio dell'OIV.

Con Dmitry Kiselev (sinistra) e Lev Oganesyants (destra) durante la conferenza

In questa occasione, Regina Vanderlinde ha inoltre incontrato rappresentanti delle autorità russe. In particolare, la presidente si è riunita con il viceministro all'Agricoltura della Federazione Russa, Sergey Levin. Nel corso della riunione, Sergey Levin ha confermato che la Russia avvierà le procedure necessarie per chiedere l'introduzione della lingua russa come lingua ufficiale dell'OIV. In caso di approvazione, il russo diverrà la sesta lingua ufficiale dell'OIV, insieme francese, inglese, spagnolo, tedesco e italiano.

Regina Vanderlinde con il viceministro Sergey Levin presso il Ministero dell'Agricoltura russo

Regina Vanderlinde è stata ricevuta all'Istituto scientifico di stato delle industrie della birra, del vino e delle bevande non alcoliche russe dal direttore, Lev Oganesyants, e dal vicedirettore, Alexandre Panasyuk.

Con Alexandre Panasyuk (sinistra) e Lev Oganesyants (destra)

Infine, ha incontrato il nuovo presidente dell'Unione degli enologi e dei viticoltori russi, Dmitry Kiselev, che è anche il direttore generale dell'agenzia di stampa internazionale di Stato russa "Rossiya Segodnya".

Regina Vanderlinde si è congratulata per le importanti discussioni avute durante queste riunioni, nelle quali le autorità russe hanno espresso un forte interesse a investire nello sviluppo del settore vitivinicolo del paese e ad aumentare considerevolmente la partecipazione della Russia ai lavori dell'OIV.